Posta Elettronica Certificata

PEC

Gli indirizzi PEC del Comune

Sondaggio Servizio Idrico

PARTECIPA AL SONDAGGIO SULLA GESTIONE DEL SERVIZIO IDRICO

SUAP

Sportello Unico per le Attività Produttive

Con tale link si assolve all’obbligo di pubblicazione della nuova modulistica edilizia unificata e standardizzata

Cambio di Residenza

Cambio di Residenza

Calcolo TASI

Calcolo TASI

Calcolo IMU

Calcolo IMU

Fotogallery

    San Nicola dell'Alto "Pane al Vino"

RSS di Ultima Ora - ANSA.it

Web Gis

Web Gis

Bussola della Trasparenza

 

Accesso alla Firma Digitale

 

BANDO PER LA FORMAZIONE DI UNA GRADUATORIA PER TITOLI ED ESAMI PER LA SELEZIONE DI N. 3 (TRE) OPERATORI ESPERTI DI LINGUA ALBANESE PER LA PROSECUZIONE DELLO SPORTELLO LINGUISTICO INTERCOMUNALE

“Legge n. 482/99 – “Prosecuzione dello Sportello Linguistico per l’anno 2012 – Annualità 2008-

 

 

BANDO PER LA FORMAZIONE DI UNA GRADUATORIA PER TITOLI ED ESAMI PER LA SELEZIONE DI N. 3 (TRE) OPERATORI ESPERTI DI LINGUA ALBANESE PER LA PROSECUZIONE DELLO SPORTELLO LINGUISTICO INTERCOMUNALE

 

IL RESPONSABILE DELL’AREA AFFARI GENEREALI

 

VISTA la deliberazione della  Giunta Municipale:  n. 33 del 25/04/2008 avente ad oggetto: “Legge 15 dicembre 1999, n.482 “ Norme di tutela delle minoranza linguistiche storiche” –Approvazione progetto -Richiesta finanziamento –FONDI 2008”.

 

VISTA la nota della Regione Calabria prot. n. 000304 del 05/02/2010 con la quale veniva trasmessa la scheda di valutazione del suddetto progetto  per il complessivo finanziamento di €. 29.600,00;

 

VISTE le deliberazioni della Conferenza di Sindaci facenti parte del Distretto Arbereshe:

 

-n. 05 del 25/10/2010 avente ad oggetto: “Presa d’atto del finanziamento di €. 29.600,00 concesso dalla Regione Calabria per il progetto relativo allo Sportello Linguistico nell’ambito del Distretto Arbereshe”;

 

-n. 02 del 25/01/2012 avente ad oggetto: “Prosecuzione dello Sportello Linguistico per l’anno 2012”;

 

-n. 03 del 25/01/2012 avente ad oggetto: “Sportello Linguistico –atto di indirizzo al Comune Capofila”;

 

VISTA la deliberazione della Giunta Municipale n. 11 del 01/02/2012 avente ad oggetto : “Sportello linguistico atto di indirizzo e nomina responsabile”.

 

VISTA la propria determina n. 13 del 13/02/2012    avente ad oggetto: “Legge n. 482/99 – “Prosecuzione dello Sportello Linguistico per l’anno 2012 – Annualità 2008. Provvedimenti –Determinazioni.

 

CONSIDERATO che la prosecuzione dello sportello linguistico intercomunale ha il compito di gestire n. 3 postazioni informatizzate che curino l’inserimento dati e gli aggiornamenti sulle pagine web inerenti le comunità italo-albanese, con lo svolgimento delle seguenti attività di supporto alle iniziative miranti alla divulgazione ed alla valorizzazione del patrimonio arbëreshe:

 

-          collaborazione operativa con l’Amministrazione Comunale e le scuole presenti nel Comune per la realizzazione delle varie iniziative culturali programmate e da programmare per il periodo di realizzazione dello sportello linguistico;

 

-          Eventuale predisposizione di parte della modulistica municipale in bilingue;

 

-          Collaborazione per traduzioni di atti dell’amministrazione comunale e documenti per gli extracomunitari provenienti dall’Albania;

 

-          Elaborazione  ed eventualmente correzione di eventuali testi forniti da terzi, e diffusione del materiale informativo necessario a tutelare il patrimonio linguistico e culturale;

 

-          Attività di incentivazione dello sviluppo turistico;

 

-          Mantenimento  e rafforzamento dell’identità linguistico - culturale della Comunità Locale assicurando vitalità a tutte le possibili iniziative rivolte alla valorizzazione delle tradizioni attinenti l’etnia Arbëreshe;

 

R E N D E    N O T O

 

Che è indetta pubblica selezione per reperire 3 (tre) esperti in lingua albanese, con ottima conoscenza della madre lingua arbëreshë scritta e parlata, da utilizzare per la realizzazione del suddetto progetto di “PROSECUZIONE DELLO SPORTELLO LINGUISTICO INTERCOMUNALE”.

 

            La selezione sarà effettuata, da un esperto in materia secondo quanto previsto con deliberazione di G.M. di indirizzo n. 11 del 01/0’2/2012, sulla base dei titoli che saranno presentati dai candidati, tenuto conto dei punteggi previsti nel prosieguo del presente bando, e di un colloquio.

 

            I candidati che intendono partecipare devono essere in possesso dei seguenti requisiti:

 

  1. Cittadinanza italiana o di uno degli Stati membri dell’Unione Europea;

 

  1. Idoneità fisica all’impiego;

 

  1. Godimento dei diritti politici;

 

  1. Posizione regolare nei confronti degli obblighi di leva;

 

  1. Immunità da cause d’interdizione dai pubblici uffici o di destituzione o dispensa da precedenti pubblici impieghi, nonché da cause di decadenza previste dall’art.1 della legge 16/92, salva l’avvenuta riabilitazione;

 

  1. Ottima conoscenza della lingua scritta e parlata Arbëreshë e Arbëreshë locale;

 

  1. Possesso di Laurea o Diploma di Istruzione di 2° grado;

 

  1. Dimostrazione di inesistenza di rapporti con l’Amministrazione o con Enti pubblici che vietino l’esercizio della libera professione, né altri rapporti di lavoro o di collaborazione;

 

  1. Età minima di anni 18 al momento della domanda.

 

Si precisa che la graduatoria avrà validità di anni uno dall’approvazione.

 

La graduatoria sarà stilata dall’esperto in materia, all’uopo designato, previa valutazione dei titoli presentati da ciascun concorrente , e di un colloquio:

 

(1)   Voto di base per DIPLOMATI: 20 (per diploma conseguito con il mino: 60) a cui aggiungere :

·          1 punto per un voto di diploma tra 61  e 64;

·          2 punti per un voto di diploma tra 65  e  68;

·          3 punti per un voto di diploma tra 69 e 72;

·          4 punti per un voto di diploma tra 73 e 76;

·          5 punti per un voto di diploma tra 77 e 80;

·          6 punti per un voto di diploma tra 81 e 84;

·          7 punti per un voto di diploma tra 85 e 88;

·          8 punti per un voto di diploma tra 89 e 92;

·          9 punti per un voto di diploma tra 93 e 96;

·        10 punti per un voto di diploma tra 97 e 100;

 

Lo stesso schema, opportunamente “convertito” in sessantesimi, si può applicare ai vecchi diplomi.

 

(2)   L’eventuale possesso di Laurea costituisce titolo (superiore) per il quale viene prevista l’assegnazione del seguente punteggio:

·        punti 5 per laurea conseguita con punteggio finale di 110 e lode;

·        punti 4 per laurea conseguita con punteggio da 106 a 110;

·        punti 3 per laurea conseguita con punteggio da 101 a 105;

·        punti 2 per laurea conseguita con punteggio fino a 100;

 

A parità di punteggio complessivo la preferenza sarà determinata:

 

a)      in caso di ulteriore parità, dalla minore età del richiedente.

 

Gli incarichi avranno la durata di anni uno dall’inizio dell’attività e saranno comunicati ai primi tre classificati mediante apposito provvedimento, e saranno retribuiti con i fondi all’uopo assegnati ai sensi della legge 482/99.

 

Il compenso annuale lordo per ciascun incarico ammonta a Euro 6.666,66 (seimilaseicentosessantasei/66) lordi.

 

I concorrenti utilmente collocati in graduatoria potranno essere chiamati per eventuale sostituzione durante il periodo di validità della graduatoria stabilito in anni 1 (uno).

 

Le prestazioni di cui trattasi non daranno luogo in alcun caso ad instaurazione di rapporto di lavoro subordinato. Gli incaricati dovranno garantire la propria presenza presso gli uffici comunali DEGLI ENTI FACENTI PARTE DEL DISTRETTO, secondo le esigenze, coincidenti di norma con il normale orario di apertura degli Uffici Comunali,  dovendosi svolgere il servizio tramite l’utilizzo dell’apposita postazione informatica, per  complessive 20 ore settimanali, fermo restando l’obbligo per i medesimi di partecipare, su richiesta dell’Amministrazione, a riunioni o incontri necessari allo svolgimento dell’attività. Gli stessi incaricati provvederanno a creare le condizioni affinché i processi realizzativi degli interventi previsti in progetto risultino condotti in conformità ai modi e ai tempi previsti nel relativo progetto finanziato.

 

Le prestazioni previste verranno svolte dai professionisti incaricati in piena autonomia senza vincolo di subordinazione. La presente convenzione rientra nel novero dei rapporti di lavoro autonomo sia per espressa volontà delle parti, sia per la sussistenza dei requisiti oggettivi. Gli incaricati dovranno dichiarare, sotto la propria responsabilità, che non hanno rapporti con l’Amministrazione o con Enti Pubblici che vietino l’esercizio della libera professione, nè altri rapporti che siano in contrasto con il presente incarico o che non consentano lo svolgimento regolare nelle ore d’ufficio delle attività previste in progetto.

 

Il compenso annuo spettante a ciascun incaricato verrà liquidato mensilmente previa produzione di relazione attestante l’attività svolta e produzione di relativa fattura, ovvero certificazione, ai sensi della normativa vigente, attestante la non obbligatorietà all’iscrizione del registro IVA in quanto trattasi di lavoro occasionale.

 

Le direttive sull’attività da svolgere saranno impartite dall’Amministrazione Comunale tramite il responsabile comunale del progetto e del procedimento, con la finalità di perseguire e raggiungere gli obiettivi del progetto; sarà facoltà insindacabile dell’Amministrazione Comunale giudicare l’opportunità e l’efficienza delle attività svolte.

 

Gli incarichi saranno oggetto di apposita convenzione tra l’Amministrazione ed i vincitori della selezione per la regolamentazione delle prestazioni che gli operatori dovranno effettuare in favore dell’Ente.

 

Gli interessati dovranno far pervenire al Comune di Carfizzi - Ufficio Protocollo –Via Roma, 7, apposita richiesta, in carta semplice, entro e non oltre le ore 12,00 del 10° (decimo) giorno dalla pubblicazione del presente bando all’albo pretorio

 

Alla domanda dovranno obbligatoriamente essere allegati i seguenti documenti:

 

  1. Titolo di studio posseduto o certificato, in carta semplice, nel quale sia indicato la votazione la data di conseguimento (oppure autocertificazione resa dall’interessato ai sensi della normativa vigente in materia);

 

  1. Curriculum Vitae

 

  1. Dichiarazione ai sensi del DPR 445/2000 dalla quale risulti che il richiedente:

 

a)non ha rapporti di lavoro con l’Amministrazione Comunale o con altri Enti Pubblici che siano in contrasto oppure vietino o non consentano l’esercizio a tempo pieno dell’incarico de quo;

 

b)non sia stato destituito, dispensato per persistente insufficiente rendimento o dichiarato decaduto dall’impiego presso una pubblica amministrazione, anche a ordinamento autonomo, o presso enti pubblici, anche economici, per aver conseguito l’impiego mediante la produzione di documenti falsi o viziati da invalidità insanabile, ovvero licenziato da aziende o enti privati per giusta causa o per giustificato motivo ascrivibile ad inadempimento del dipendente;

 

1. Elenco di tutti i documenti e/o allegati alla domanda;

2. Fotocopia di un proprio valido documento di riconoscimento.

 

I documenti i documenti allegati dovranno essere sottoscritti dal richiedente.

 

Sulla busta contenente la domanda dovrà essere riportata, oltre al mittente ed all’indirizzo sovra citato la seguente dicitura Domanda di partecipazione bando per la prosecuzione dello sportello linguistico intercomunale”.

 

L’Ente si riserva la facoltà di effettuare accertamenti circa il possesso dei requisiti di partecipazione alla selezione nonché sulla corrispondenza delle dichiarazioni sostitutive rilasciate ed allegate alla domanda di partecipazione, anche prima dell’approvazione della relativa graduatoria da parte del Responsabile del procedimento.

 

Si informa che:

 

-          Non si terrà conto delle domande e dei documenti inviati o consegnati dopo il termine previsto;

-          Costituisce motivo di non ammissione alla selezione la mancata o l’errata presentazione dei documenti;

 

-          L’Ente non assume alcuna responsabilità in caso di smarrimento di comunicazioni dovuta ad inesatta indicazione del domicilio o del recapito da parte del richiedente o da mancata oppure tardiva comunicazione del cambiamento del domicilio o del recapito indicato nella domanda, né per eventuali altri disguidi non imputabili direttamente al medesimo.

 

I dati personali trasmessi dai candidati con le domande di partecipazione all’incarico oggetto del presente bando, ai sensi della legge 31 dicembre 1996 n. 675, trasfusa nel D.Lgs 30.06.2003 n.196, saranno trattati per le finalità di gestione della procedura di selezione e dell’eventuale procedimento di assunzione in servizio.

Per quanto non previsto nel seguente bando, si applicano le disposizioni di cui alle leggi in vigore nell’Ordinamento Amministrativo Italiano, nel vigente Regolamento dei Concorsi e nel Regolamento degli Uffici e dei Servizi del Comune di Carfizzi.

L’Amministrazione si riserva la facoltà ove ricorrano motivi di pubblico interesse, di prorogare, sospendere o riaprire i termini del presente bando nonché di modificare, revocare o annullare il bando stesso, senza che per i concorrenti insorga alcuna pretesa o diritto.

Per ogni chiarimento e informazione gli aspiranti potranno rivolgersi all’Ufficio di Segreteria Comunale di Carfizzi.

 

IL RESPONSABILE DELL’AREA AFFARI GENERALI

                       f.to      Abate Carmine

 

 

Dalla Residenza Municipale lì, 13/02/2012

indietro

Comune di San Nicola dell'Alto

C.F. 81004310793

P.IVA 00362760795

Tel. 0962/85042 - Fax: 0962/85435

Corso Skanderbeg 88817 San Nicola dell'Alto (KR)

Sito ottimizzato per Mozilla Firefox e Google Chrome

 

 

I cookie aiutano a fornire servizi di qualità. Navigando su questo sito accetti il loro utilizzo.     Informazioni

HTML 4.01 Strict Valid CSS
Pagina caricata in : 1.535 secondi
Powered by Asmenet Calabria